Per la contradizion che nol consente

Forse perchè non abito in Italia mi sono perso qualche passaggio. Ricapitoliamo: Berlusconi interviene con la questura perchè pensa che Ruby sia la nipote di Mubarak. A dirglielo non è il sismi, nè il ministero degli esteri, nè l'ambasciatore italiano in Egitto, ma una prostituta brasiliana che lo chiama sul suo cellulare privato nel mezzo di un vertice a Parigi. Berlusconi inoltre è convinto che la nipote di Mubarak sia maggiorenne, anche quando la polizia gli dice di non poterla lasciare andare perchè il giudice intende affidarla a una comunità in quanto minorenne, a meno che non venga affidata a qualcuno di fiducia (in quanto minorenne). Berlusconi manda la Minetti, alla quale viene affidata la minorenne che Berlusconi crede maggiorenne. La persona di fiducia, che dovrebbe tutelare la minorenne, la scarica invece per la strada. Berlusconi infine paga la nipote di Mubarak, con la seguente letterale motivazione: "per evitare che si prostituisca".
Il principio aristotelico di non contraddizione viene sospeso, come in certi esperimenti mentali teologici medievali: il fuoco brucia e non brucia, come l'arbusto della Genesi e Dio può fare che Roma sia stata fondata e non sia stata fondata, insieme.