Motivi & emotivi

Me ne rendo conto, rispetto al tema delle centrali nucleari sono un po' emotivo. Nel nostro paese, che è lungo e stretto, negli ultimi 100 anni ci sono stati il fascismo e l'8 settembre, due guerre mondiali, centinaia di terremoti, uno tsunami che ha fatto 120 mila morti, ci sono due grandi vulcani attivi (e di uno dei due ci dimentichiamo che è attivo davvero e che ha eruttato disastrosamente nel 1944), ci sono i bradisismi, c'è stato lo stragismo e il terrorismo, c'è la mafia. Sono consapevole che la lista (largamente incompleta) possa essere in fondo un paralogismo, ma quando leggo gli argomenti dei fautori del nucleare, incentrati sul costo dell'energia, che non tengono mai in conto i costi "esternalizzati" al paese in caso di problemi o di incidenti anche lievi, mi convinco ancora di più di un fatto, che pure deve entrare nei calcoli: basta un unico grave incidente in 50 anni per mandare a picco tutti i calcoli. Quando spiegano che il "rischio zero" non esiste, non inseriscono mai nei loro modelli – o almeno io non lo capisco - che tipo di conseguenze possa avere questo rischio "zero virgola", proiettato per il tempo di vita di ogni centrale o proiettato all'infinito rispetto alle scorie radioattive. Allora anche la lista-paralogismo, che è formata da eventi naturali probabili (e quindi in teoria programmabili), ma soprattutto da condizioni politiche e di contesto sociale e quindi molto meno prevedibili (sappiamo che di sicuro ci saranno altri terremoti disastrosi, ma possiamo escludere fra 50 anni, o 30, un 8 settembre, in cui lo stato non c'è più, anche magari per poco?), mi sembra meno emotiva e un po' più razionale. E c'è un punto che secondo me è più importante ancora. Quelle legate all'energia sono certamente scelte tecniche, ma anche e soprattutto scelte collettive. Si può decidere collettivamente a che tipo di energia indirizzarsi, che tipo di energia escludere, come immaginare il futuro prossimo e a più lungo termine. Si può decidere di investire soldi nelle energie che sembrano più promettenti per quel futuro, che è davvero nelle mani delle nostre decisioni. E quando si pensa ai prossimi 50 anni, chi crede davvero, nuclearisti o antinuclearisti, che l'energia nucleare, così come potremmo farla noi oggi, possa avere un futuro?

About these ads

2 pensieri su “Motivi & emotivi

  1. Qualche commento tecnico molto sinteticamente.
    Apporto al fabbisogno energetico nazionale: 20 / 25% dell'energia elettrica, ossia circa il 6% dell'energia primaria consumata in italia
    Tempi molto incerti. L'unica centrale simile a quelle italiane in costruzione e quella finlandese, avvio costruzione nel 2005 non ancora terminata
    Problema scorie: gli unici che sostengono di aver risolto lo stoccaggio di lungo termine sono i finnici. Sito ancora da testare e in Italia esistono siti geologicmente simili?L'italia non ha ancora risolto e gestito male le scorie della prtima avventura nucleare (ultima centrale trino fermata nellz'87) Costi: i costi di stoccaggio e smantellamento sono sdpesso sottostimati (trasferiamo debiti alle generazioni future)
    Anche cosi i costi di produzione stimati da moody's, iea … Sono decisamente più alti di quelli di centrali a gas 100 / 150 eur mwh contro un costo dell'energia di 60 / 90
    CO2: ci sono dubbi sul grande risparmio se si considera l'intero ciclo di vita Sicurezza approvvigionamenti: l'uranio e come il gas un combustibile di cui esistono riseve finite che potrebbero non essere più lunghe di quelle di gas e oil. Mercato fortemente concentrato e difatti noi dipenderemmo dai francesi anche per questo)
    Gli altri. E vero che tanti paesi ce l'hanno (31 in tutto il mondo concentrata per 85% in 6 paesi tre dei quali francia us e russia hanno anche l'atomica militare…), ma la capacita installata e cresciuta pochissimo dall'89 in poi.
    Lea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...