La France elle est belle

Agli intellò francesi piace discutere proprio di tutto. Ho sentito il pezzo del rapper Abd Al Malik  (che ha scritto anche un libro "Allah benedica la Francia") alla radio e poi ho visto il video alla TV francese. Il testo parla di immigrati e di lavoro, di salari e sacrifici, di neri e di bianchi, soprattutto parla di Francia (ma ormai anche di Italia). Il cd si chiama "Dante", perchè "il poeta italiano non ha scritto in latino, la lingua dell’élite dei suoi tempi, ma ha voluto democratizzare il sapere" (qui intervista). Malik ha studiato filosofia e letteratura, è musulmano e si ispira a correnti sufi che predicano tolleranza e fraternità. Poi ho letto che il rap di Malik è fin troppo ordinato e depotenzia la protesta degli esclusi (per esempio qui) e poi che il pezzo "C’est du lourd" sarebbe una versione mediatizzata del sarkozismo, una traduzione spiccia di nozioni come patria, famiglia, lavoro e colpevolizzerebbe certe fasce disagiate della popolazione (qui analisi del testo) usando generalizzazioni e luoghi comuni, in fondo volgendo la rabbia della banlieu contro se stessa, addirittura un testo reazionario. Tutto molto interessante, come spesso nei dibattiti francesi. Però non lo so, io lui non lo conoscevo, per il momento a me sembra una bella canzone.

(Il video ufficiale non si può incorporare, ma è qui ed è molto bello. Di seguito metto invece il video non ufficiale con solo il testo).

 

Annunci

One thought on “La France elle est belle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...