…e una bottiglia di rum

Siccome ho fatto il servizio militare in Marina e per il periodo che sono stato all’arsenale di La Spezia la mia caserma era vicinissima a dove stavano le navi di Classe Venti, tra cui la fregata Maestrale, la notizia che la Maestrale abbia avuto uno scontro con i pirati ha catturato la mia attenzione. Ho letto la nota del Corriere e ho visto che il giornalista si è sbizzarito forse con reminiscenze salgariane (o forse conosce meglio di me il diritto navale), in particolare ha usato in poche righe il termine "pirati", più volte "corsari" e  "bucanieri". Secondo l’ortodossia dei romanzi d’avventura però i pirati somali sono effettivamente pirati, ma non so se possano anche essere definiti bucanieri, forse sì perchè depredano fuori da schemi statali e politici, di sicuro non sono corsari, perchè non sono al servizio di una marina nazionale e non hanno uno status riconosciuto. In ogni caso, ma questo il giornalista non lo scrive, possono essere considerati dei filibustieri, con tutte le sfumature del termine.

Annunci

One thought on “…e una bottiglia di rum

  1. ma soprattutto dov’erano finiti fino adesso questi pirati/filibustieri?Da dove risaltano fuori?
    L’ultimo di cui avevo sentito parlare era un certo Capitano Flint.
    Corsi e ricorsi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...