Che bello!

Non c’è niente di peggio che dare una buona notizia e leggere la delusione nel volto dell’interlocutore. A volte per un attimo, altre volte proprio per tutto il tempo della conversazione. Il risultato peggiore però è a carico del deluso, perchè ti segnala il suo disagio e imbarazzo e così ti dà un vantaggio di comprensione enorme rispetto alla sua vera attitudine nei tuoi confronti e una grande soddisfazione se la conoscevi già. Provare fastidio o invidia per un successo altrui in fondo può essere naturale, soprattutto in quegli ambienti in cui tutti pensano (sempre a torto) che il lavoro sia un gioco a somma zero. E in fondo si può anche provare una punta di fastidio e non essere d’accordo con la propria sensazione, dissociarsi da se stessi senza colpevolizzarsi troppo. Però appunto perchè dare vantaggi emotivi o riconoscimenti indiretti ma così evidenti? Consiglio agli infastidibili facilmente, in questi giorni ne ho incontrato qualcuno, di preparare una frase iniziale standard  del tipo "Che bello!", "Ma davvero?", o anche "Che figata!", "Finalmente buone notizie!". Basta il tempo di una frase per ricomporsi emotivamente, e poi magari a furia di dirla ci si accorge anche che i giochi a somma zero non esistono, se non nella testa di chi crede il contrario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...