Vuvuzelas e trombette

Aspettando che oggi giochino gli azzurri, Bossi, il presidente della Repubblica Sovrana di Potemkin, chiede scusa, non per i fucili che ha evocato qualche giorno fa, ma perchè ha offeso la nazionale di calcio. Non solo chiede scusa, ma si augura che l’Italia vinca i mondiali. Motivazione di tanta dichiarazione? "Gioca coi fanti e lascia stare i santi" (parole sue). Temo che questo pomeriggio a Radio Potemkin non potranno tifare Slovacchia. Il nostro dibattito pubblico è così. Un enorme rumore di fondo di vuvuzelas impazzite ("S’ode a destra uno squillo di vuvuzela, a sinistra risponde uno squillo…"). Ma intanto le partite per noi e il nostro paese si giocano lo stesso, solo che in tanto rumore di trombette quotidiane, non ci capiamo nulla. Trombetta Trombetta… il terzo dello sketch, oggi, come spesso accade, è proprio il Senatùr.

 

Annunci

One thought on “Vuvuzelas e trombette

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...