Bunga Bunga Alalà!

La Rai ha messo in onda uno spot sul pagamento del canone per i pensionati con un reddito inferiore a 18mila euro. I toni sono quasi trionfali, la Rai pensa a chi ha un reddito basso e cerca un modo per venirgli  incontro. Dai primi secondi ci si aspetterebbe non dico un canone gratuito o simbolico, ma uno sconto sì, un costo inferiore. Del resto, pensa l'ascoltatore (o almeno ho pensato io), per molti anziani la televisione è una vera compagnia, un servizio sociale vero e proprio, giusto fare uno sconto, avrebbe un effetto positivo anche sull'umore dei pensionati. Però no, non c'è sconto alcuno. Le ultime frasi dello spot lo chiariscono. Semplicemente il canone lo si può trattenere direttamente dalla pensione… Ma per sollevare l'umore c'è lo spot successivo. Le due volte che ho visto lo spot per i pensionati era infatti seguito da quello della lotteria Italia, con una pioggia di milioni per tutti.

Annunci

One thought on “Bunga Bunga Alalà!

  1. Gli spot pubblicitari (questo ancora non l’ho visto) servono solo a fare “campagne pro governo” nascondendo sempre la realtà; nel caso degli anziani/pensionati si può ricordare quello sulla “social card” e sul “bonus” e quale è la verità: provvedimenti tampone “caritatevoli”.  Non è meglio rivalutare le pensioni e ridurre il carico fiscale? visto che la manovra finanziaria prevede tagli ai trasferimenti per le regioni ed i comuni e così si ridurranno i servizi sociali già carenti in tante realtà, i quali vengono usufruiti soprattutto dagli anziani (vedi trasporto/trasporto protetto). Inoltre nel caso dell’abbonamento RAI è previsto anche l’esonero dal pagamento, con richiesta retroattiva e cioè dal 2008, per chi ha un reddito del nucleo familiare non superiore a 6.713,98€,  ma entrambi i provvedimenti richiedono una mole tale di documenti (ancora burocrazia) ed hanno un termine breve di presentazione, che tale condizione porterà a demotivare (così come è stato per la social card) l’utente a procedere alla richiesta.
    RIPETO: è meglio rivalutare le pensioni e ridurre il carico fiscale…
     Infine ritengo anche io che attualmente per molti anziani la televisione è una vera compagnia, un servizio sociale vero e proprio e qui si apre un altro capitolo sui Centri Anziani, CDI ect. 
    Cosetta
     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...