Chi ci spiega che cosa succede in Libia?

Che il colonnello Gheddafi sia il cattivo lo sappiamo (da quarant'anni). Quello che non capisco è chi siano gli altri.
I giornali e le tv italiane, e non solo, mostrano piani d'attacco per proteggere gli insorti – ripetendo parola per parola le dichiarazioni degli esperti americani. Sappiamo di "no fly zone" (e tutti ripetono in coro "ma prima bisogna distruggere l'antiaerea").  Pealtro nessuno nota che una zona di non volo presuppone una divisione permanente del paese in due. Oppure i più strategici dicono che gli americani potrebbero fornire armi agli oppositori del regime: ma non è quello che ha detto testualmente la Clinton? Il governo italiano invece, dopo aver detto di non disturbare il colonnello, ha lanciato in proprio il suo slogan: esodo biblico.
Ma nessuno spiega chi siano questi oppositori al regime. Cognitivamente abbiamo ancora in mente le immagini di Tunisi e del Cairo. Per i primi giorni ci è sembrato che le folle di manifestanti si fossero riversate a Bengasi e Tripoli, e probabilmente è anche così. Ma poi è cominciata la guerra civile. Si è ancora parlato di bombardamenti sui manifestanti, ma il termine "manifestante" non ha retto più, dal momento che sparano, e si è passato a "ribelli" (che poi è il termine che usa Gheddafi) e "insorti". Abbiamo saputo che pezzi dell'esercito sono passati con gli insorti, immaginiamo con tanto di generali, colonnelli e armi. Poi ci sono stati i contrattacchi e il capo degli insorti ha intimato a Gheddafi di andarsene. Abbiamo allora scoperto che il capo dei manifestanti/ribelli/insorti – o il loro rappresentante – è l'ex ministro della giustizia di Gheddafi e immagino che quello della giustizia sia un ministero che in una dittattura come quella di Gheddafi non sia proprio garante di libertà, indipendenza di giudizio e democrazia. Insomma dev'essere anche lui un bel tipetto. Piano piano la Tunisia e l'Egitto (dove comunque, ricordiamolo, c'è una giunta militare che governa dopo aver sospeso la costituzione) sembrano allontanarsi, anche cognitivamente, e la nuova parola d'ordine mediatica è "tribù" e comincia a venirci in mente che lì vicino c'è anche la Somalia. E tutto questo senza che uno straccio di giornale chieda a uno straccio di esperto vero di spiegarci bene che cosa sta succedendo
.

Annunci

3 thoughts on “Chi ci spiega che cosa succede in Libia?

  1. Tutto quello che posso dire , da esperto , è che il vero e sostanziale problema di questo colossale imbroglio mal partorito non è il sapere come andranno a finire le cose , ( Il Rais andrà via  perchè l'occidente non può permettersi  uno smacco simile !) ma come queste si evolveranno dopo . Quì  si avrà  una risposta su come i Libici  ci ( italiani )  consideranno veramente .
    Altro interrrogativo è  come la Libia andrà ad inserirsi nel futuro scacchiere nordafricano ,da stato autonomo come lo è stato bene o male finora  con il Colonello ,  o da subalterno? 
    Alla luce di quanto si delinea in Tunisia ed Egitto dove tutto sembra cambiare ma in realtà , almeno finora è il contrario  il discorso è appena iniziato .

  2. Per esempio : non capisco chi parla quanto leggo titoli come "i ribelli: bene contatti con Frattini" o quello di qualche settimana fa, "i ribelli: onoreremo i contratti petroliferi". I titoli danno per scontata l'esistenza di rappresentanti e interlocutori legittimi, cosa che a me pare tutta da dimostrare. A tal proposito avevo fatto la vignetta seguente :

  3. Giuro che mi sto ponendo la stessa domanda da un mese. Mi chiedo se non si tratti appunto di uno sgretolamento del potere centrale a favore dei singoli clan (o tribù come dici). E mi chiedo se allora Al Qaeda, se davvero fornisce il collante "provvisorio" (ma questo lo dice Gheddafi), non sia soprattutto una forza anti-centralista, disgregante, localista…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...