La solita nera

A me la cronaca nera come genere giornalistico-mediatico non è mai piaciuta. O meglio, non mi è mai piaciuta nel corso del suo svolgimento, in diretta. Non mi piacciono le espressioni "la casa degli orrori", "il comprensibile riserbo", "una vita apparentemente tranquilla", non mi piacciono le interviste ai vicini di casa, sia quando urlano una cosa qualsiasi, sia quando hanno le buste della spesa e sono pacati. Non mi piacciono i giornalisti che frugano nei profili di Facebook e di MySpace per cercare video degli accusati e farne il profilo criminogeno (quante volte abbiamo visto Amanda Foxy Knoxy in quel video in cui raccontava i fatti suoi?). Non mi piacciono gli "innocentisti" e i "colpevolisti", perché gli "ismi" vorrebbero dare dignità a opinioni a pelle, emotive, di simpatia o antipatia, dal momento che nessuno, né gli uni, né gli altri, conosce mai i fatti, le prove, le carte.
Si appartiene a un -ismo, come si appartiene a un partito, a una squadra, a un quartiere. E' un linguaggio consunto, che assume un suo fascino solo a posteriori, nella distanza che in qualche modo lo attribuisce all'ingenuità dei tempi passati e lo arricchisce di fascino. Le reazioni e le passioni popolari  dei vecchi casi di nera sembrano a posteriori tappe di un feuilleton collettivo, emotivo e mediatico, di un film in bianco e nero.
Quello che lascia agghiacciati è scoprire però che quel feuilleton collettivo si ripete periodicamente. E quella folla emotiva e  primitiva che senza conoscere le carte, le prove, le questioni, urla "vergogna vergogna, bastardi e venduti", è sempre la stessa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...