La proposta choc

Choc per choc io dal Cavaliere mi aspettavo un altro tipo di proposta. Un proposta che potesse ridisegnare i contorni dell’azione politica dei prossimi anni. Qualcosa che cambiasse percezione, paradigma, qualcosa di irresponsabile (ovviamente), di non fattibile, ma che puntasse a farci vedere che un qualche re è nudo, che adesso arriviamo noi e cambiamo tutto. Dico la verità: mi aspettavo il referendum sull’euro. Intendiamoci, l’avrei ritenuta una pazzia, ma una pazzia argomentabile e ricca di possibilità immaginarie, un nuovo frame. Del resto non ha chiesto un referendum ancora più enorme il premier britannico? Non sarebbe stato possibile raccontare dell’export, delle banche, del come se ne gioverebbe l’economia? Di come tutto cambierebbe per magia e il PIL crescerebbe istantaneamente del 4%?  E poi avremmo sempre potuto dire che è una provocazione, che è un modo per porre il problema dell’Europa, che ci vuole più iniziativa italiana in Europa. Eccetera eccetera.

Insomma mi aspettavo che Berlusconi si lanciasse a guidare una rivoluzione, a interpretare in grande un mondo nuovo, a disegnare come in un bel gioco i nuovi contorni dentro cui muoversi. Almeno una cosa tipo la rivoluzione liberale del 1994.

Invece no, propone di restituire una tassa. Solo questo. Molti ci crederanno, certo, lo voteranno per quella restituzione promessa. Chissà, qualche punto lo recupererà. Però siamo al fondo del barile. Non cambia nulla, non si promette di risolvere nulla, non c’è nessun bel sogno da regalare, nessun bel gioco, nessun impossibile mondo nuovo. Ti restituisco 300 euro (media IMU nazionale) e poi quel che viene viene, poi ti arrangi, non c’è nient’altro da immaginare. In effetti sì, come proposta è choc.

Annunci

One thought on “La proposta choc

  1. e con 300€ cosa ci fai? è la solita “messa in scena” del cavaliere che ritiente che gli italiani siano tutti dei coglioni che si bevono le sue trovate…. il problema è proprio questo: una buona parte degli italiani si lasciano inebetire dal suo modo “brillante” di mettersi in scena e ci credono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...