Françoise Hardy

Françoise Hardy significa molte cose nella cultura francese e ha il suo posto anche in questo blog, lì in alto, a destra, proprio tra Machiavelli e l’infernale Quinlan. È presente qui soprattutto per via di una canzone che tutti conoscono, “Comment te dire adieu”, che io ho ascoltato più attentamente per caso nei primi mesi della mia permanenza a Parigi, pochi anni fa, e mi sono poi accorto di tutte quelle “x” che rimano tra di loro anche quando sembrerebbe che non debbano (per esempio quando la “x” non si trova alla fine della parola), messe lì da Serge Gainsbourg come delle impercettibili mine sonore e come una fila di piccole detonazioni di ironia. Insomma mi sembrò che dire addio, e in un periodo in cui non mi rendevo forse conto che ne stavo dicendo alcuni, fosse semplice come una canzone perfettamente semplice, come un congegno di “x” e di grigi e blu, di sylex, che prende fuoco, e di pyrex, che resiste al fuoco e alla fine senti una musica nuova ma che sapevi già. Ma soprattutto il gioco dei congegni, della leggerezza e dei pensieri, riusciva bene per quell’aria un po’ trasognata e un po’ triste di Françoise Hardy.

Françoise Hardy oggi compie 70 anni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...