Mamma li Turchi!

Quando si evocano le crociate si pensa subito a Gerusalemme, alla liberazione del santo sepolcro, alle oscurità, vere o presunte che siano, del medioevo. Raramente si associa invece la crociata all’Umanesimo o al Rinascimento, che la storiografia ottocentesca e l’industria culturale ci hanno trasmesso come secoli di luce e splendore. Eppure per tutto il periodo umanistico-rinascimentale si assiste al fenomeno che è stato definito della “crociata tardiva” – anche se l’espressione a sua volta risulta ambigua perché non ne chiarisce il mutamento di natura – che presenta proprie peculiarità geopolitiche. La crociata di questi secoli è in primo luogo, anche se non esclusivamente, il tentativo di risposta all’avanzata dei Turchi ottomani…

Il resto del mio pezzo di oggi per il domenicale del Sole 24 Ore, sul libro di M. Pellegrini, Le crociate dopo le crociate, Il Mulino, è riportato qui di seguito (basta cliccare e si ingrandisce. Mi scuso per la cattiva qualità dell’immagine).

mammaliturchi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...