Il cigno sfuggente di Platone

Una leggenda dell’antichità ci riferisce che Platone, ormai vicino alla morte, sognò se stesso nella forma di un cigno sfuggente, inseguito da cacciatori in affanno che non riuscivano ad afferrarlo. Secondo la leggenda, è il filosofo Simmia a spiegare il sogno: con grandi sforzi e affanno gli interpreti di Platone cercheranno di afferrarne il pensiero, ma lo faranno solo in parte, senza mai poter giungere a un’interpretazione univoca e fissata una volta per tutte…

Il resto dell’articolo sul libro di Mauro Bonazzi, Il platonismo (Einaudi. Torino) qui di seguito (purtroppo l’immagine è pessima. Si ingrandisce cliccandoci sopra):

cp

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...