XXIV Maggio

Per i cento anni dell’entrata in guerra dell’Italia, in una delle guerre più insensate della storia, mi ero sentito di scrivere un post, soprattutto per dire di quella profonda ambiguità che ogni guerra porta con sé (e la prima guerra mondiale al massimo grado), tra orrore e patriottismo, tra retoriche inaccettabili e sentimenti di trasformazione. Insomma la guerra, come la conosciamo dall’inizio dei tempi, e le guerre degli italiani. Poi ho deciso di postare soltanto lo spezzone del film qui di seguito, che dice già tutto molto meglio di come avrei fatto io e che ci mette al riparo dalla retorica e dalla retorica dell’antiretorica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...