Invito

Ci sarà occasione di ricordarlo ulteriormente, ma comincio con l’invitare chiunque fosse interessato alla discussione della mia “Habilitation à Diriger der Recherches” presso l’Università Paris IV-La Sorbonne – che ha come titolo “Recherches de Philosophie Politique. Moyen Age-Renaissance-Epoque Moderne” – davanti a un Jury composto da:

M. Ruedi Imbach (garante scientifico), M. Joël Biard, M. Alain Boureau, M. Thomas Ricklin, M.me Irène Rosier-Catach

La discussione avrà luogo venerdi 30 novembre 2012, dalle 14.30 alle 18h, in sala D323, presso la Maison de la Recherche, 28 rue Serpente 75006 Paris.

Secondo l’uso locale, seguirà un breve rinfresco. Tutti gli interessati sono invitati.

Annunci

I like

Ho comprato gli ultimi due libri di Giorgio Agamben. Nella quarta di copertina del primo c’è scritto “Insegna filosofia teoretica presso l’IUA di Venezia”. Nella quarta di copertina del secondo c’è scritto “Si è dimesso dall’insegnamento di filosofia teoretica presso l’IUA di Venezia”.

Che Agamben fosse un pensatore originale lo sapevo, ma non immaginavo che riuscisse a usare le copertine al posto dello status di facebook.

Uno story telling civile collettivo che continua

Alcuni mesi fa un gruppo di ricercatori mi contattò per dare visibilità a un’idea che mi sembrò molto utile, cioé quella di un ricorso collettivo, con l’apertura di una sottoscrizione pubblica, contro gli esiti di uno dei tanti concorsi universitari che destava qualche sospetto. L’idea mi sembrò bella perché si trattava davvero di raccontare una storia collettiva, una specie di story telling civile, un modo per mostrare che il cambiamento è possibile anche a partire da iniziative mirate.  Ne ho parlato qui e qui.

Oggi mi è arrivato un aggiornamento, in quanto sottoscrittore, che aggiorna sulla cifra raccolta, sulle prossime scadenze e sul fatto che domani ne parlerà Report su Rai Tre. Lo riporto nelle parti salienti:

Gentile Donatore,

cinque mesi dopo l’inizio della raccolta fondi per finanziare il ricorso al TAR contro l’esito del concorso da Ricercatore in Politica economica presso l’Università dell’Insubria, desideriamo informarti sugli sviluppi della vicenda.

Anzitutto ci preme dire che sei in buona compagnia: sono ben 221 le persone che hanno effettuato una donazione. Complessivamente sono stati raccolti 6.630, 50 Euro, dei quali 302,96 sono stati trattenuti da Paypal come commissione. (…).

Il risultato va al di là delle nostre aspettative e consenten ai ricorrenti di sostenere con serenità le spese dell’azione legale.

(…). Il pronunciamento della sentenza di merito è previsto per il 18 dicembre. Vi terremo informati.

Questa bella iniziativa che abbiamo costruito insieme verrà raccontata da Report-Rai tre, domani sera, Domenica 7 ottobre alle 21.30, nella rubrica “C’è chi dice no” (un’anteprima è gia visibile qui: bit.ly/secsappeal). Nel servizio appariranno alcuni volti del SECS-team che proveranno a dare voce al tuo gesto e a quello di altri 220 coraggiosi. (…).

Summer time

Da domenica sera fino a venerdi sera si svolgerà a Piriac-sur-mer in Bretagna la Summer School di filosofia medievale, organizzata dal CNRS, dal titolo “Quelle histoire pour la pensée médiévale? Philosophie et histoire intellectuelle du XIIe au XIVe siècle”. Qui il programma.

Sono molto contento di partecipare (martedi  insieme con Ruedi Imbach per la giornata sulla filosofia politica e le lingue volgari e giovedi con una relazione sull’ambigua categoria di “repubblicanesimo”) e di ascoltare tanti colleghi e amici. Quello che non capisco è perché a ottobre, in Bretagna, l’abbiano chiamata Summer School.

Cose da medievisti

Venerdi scorso a Roma la Società Italiana per lo Studio del Pensiero Medievale  (SISPM) ha eletto i membri del consiglio direttivo per il prossimo triennio. Ringrazio gli amici e i colleghi che hanno sostenuto la mia candidatura, facendomi risultare il candidato più votato. È la seconda volta, e dopo circa vent’anni, che un “non strutturato” siede in consiglio e, visti i tempi e le trasformazioni in atto, mi pare un segno positivo.

Dalla Senna al Danubio

Nelle prossime settimane cambierò affiliazione: passerò all’Institut fuer Kirchengeschichte dell’Università di Vienna, come Senior Fellow del programma Lise Meitner del FWF der Wissenschaftsfonds. Sono felice di unirmi a un istituto con il quale la collaborazione si annuncia davvero fruttuosa e amichevole. Naturalmente continuerò a collaborare quasi con la stessa intensità con gli istituti, i gruppi e i singoli studiosi con cui ho lavorato benissimo in questi straordinari due anni e mezzo, a partire dal GAS dell’EHESS, l’EPHE e in autunno sosterrò la discussione di abilitazione (HDR) all’università della Sorbona (Paris IV). L’autunno si preannuncia quindi impegnativo e forse è arrivato il momento di fare anche un supplemento di riflessione sulla prossima tappa e sull’opportunità di decidere, dopo aver lavorato in vari posti per molti anni (Milano, Torino, Monaco, Parigi e ora Vienna), una sede più stabile e definitiva, Italia inclusa.